IL CALCIO UNA PASSIONE TUTTA PER RAGAZZE…

Calciatrice per mio nonno

Lo sport è presente ovunque,  in tv, sui giornali, alla radio attirando cosi particolare interesse nella maggior parte della popolazione sulle gare di calcio, di pallacanestro, ciclismo, rugby,  pugilato ecc. In questo modo si sono venute a creare schiere di appassionati di ogni fascia d’età, di ogni ceto sociale che hanno costituito il tifo sportivo. L’interesse verso il calcio è cosi vasto e coinvolgente da  suscitare passione ad ogni età. Il calcio deve portare  un messaggio di pace e di aimagemicizia fra i popoli, perché  gli spettatori che si ritrovano insieme in occasione di una competizione sportiva, realizzano un incontro che rappresenta un avvicinamento fra genti e popoli diversi. I valori dello sport come l‘amicizia, la lealtà, il rispetto degli avversari sono valori irrinunciabili per costruire un mondo di pace in cui tutti i popoli possano convivere meglio conoscendosi e apprezzandosi vicendevolmente. Però  quando entra in gioco la violenza, si può rovinare un momento  cosi bello e coinvolgente come solo lo  sport può donare. Continua a leggere

Annunci

IL NOSTRO CAMPIONE

IL NOSTRO CAMPIONE

Pasquale, uno sport, un sogno: Il taekwondo.

Il 23 luglio del 2016, il nostro amico tredicenne Pasquale Di Tullio, alunno della classe 3°C, ha partecipato al campionato internazionale Grecia-Salentina di taekwondo, categoria cinture giallo/verdi classificandosi al secondo posto. Pasquale ha lottato contro tre avversari per raggiungere il suo sogno: salire sul podio. É riuscito a batterne due: ha, purtroppo, perso l’ultimo incontro a causa di un infortunio al ginocchio.

foto-il-nostro-campione

Il campione internazionale ritiene che praticare il taekwondo sia un modo per aprirsi ai coetanei, dato che Pasquale, prima della scoperta di questo sport, si chiudeva in sé stesso in presenza degli altri. La sua bravura in questo campo è anche dovuta all’allenamento: pratica il taekwondo da otto anni e crede che lo abbia rinforzato nella disciplina e nel carattere. Continua a leggere

img_resizer

LA SFIDA DEL TAEKWONDO

Il fantastico Pasquale ha perso con il suo sfidante nella gara del 23 gennaio 2016, ma era la sua prima esperienza. Sappiamo di lui che si è classificato ai campionati italiani cadetti / A cinture verdi -blu, però siccome ha perso ai campionati interregionali si sta impegnando per arrivare pronto ai campionati italiani. Il nostro compagno di classe combatterà il suo prossimo incontro nei prossimi mesi. Tutto il suo pubblico spera in una sua vittoria. Il Taekwondo è una disciplina molto impegnativa, richiede tanta concentrazione e impegno per riuscire negli obiettivi richiesti. Attendiamo quindi con ansia i prossimi risultati sperando di poter scrivere il prossimo articolo sulla vittoria del nostro giovane talento foggiano.

Di Tullio Pasquale  2^C Secondaria di I grado

 

 

 

 

IL MIGLIOR MODO DI FARE SPORT

Per praticare nel miglior modo uno sport  bisogna essere disciplinati, puntuali e soprattutto rispettare le regole. Durante gli esercizi non ci si deve distrarre e bisogna essere sempre concentrati. Per essere un buon atleta si deve mangiare in maniera sana e ad orari giusti, ed eliminare cioccolata, bevande gassate, pizza e patatine. Con impegno e determinazione si può raggiungere ogni traguardo ed avere tante belle soddisfazioni. Regola fondamentale: rispettare il maestro che insegna la disciplina e l’avversario. E per essere ancora più sportivi bisogna sempre aiutare chi è in difficoltà e credere sempre in se stessi.

Felice Miticocchio – 5A Primaria

 

L’INTERVISTA: A SCUOLA DI JUDO

L’INTERVISTA: A SCUOLA DI JUDO

Abbiamo intervistato una compagna che frequenta il judo

  1. Questo sport è molto diffuso?

Si è molto diffuso

  1. È uno sport frequentato solo dai maschi o anche dalle femmine?

Lo frequentano anche le femmine

  1. A che cosa serve questo sport?

Questo sport insegna ad usare la forza solo per difenderci

  1. Perché ti piace questo sport?

Mi piace praticare questo sport perché ho un bravo maestro e perché lo praticano anche alcuni miei familiari.

Ieluzzi Francesca Pia – Spinelli Desireè – 5B Primaria