LA FICTION DON MATTEO HA UN NUOVO CAPITANO

don_matteo_2340007Nel  cinema e nella televisione la fiction è una storia  che, seppure   molto verosimile, si costruisce su fatti e personaggi di fantasia, in contrapposizione, ad esempio, ai documentari. Il termine inglese corrisponde, in una tradizione letterale, alla parola italiana “finzione”. Nel mondo televisivo sono state realizzate moltissime fiction. Tra queste, una molto seguita, arrivata oggi alla sua undicesima stagione è “Don Matteo”. Si tratta di una serie televisiva italiana, prodotta dalla Lux Vide in collaborazione con Rai fiction, trasmessa su Rai uno a partire da gennaio 2000. Il protagonista è don Matteo, interpretato da Terence Hill,  parroco della chiesa di San Giovanni Battista di Gubbio. Dalla nona stagione la fiction è ambientata a Spoleto. Don Matteo è  una persona gentile, mite e amichevole, e grazie al suo intuito e alla profonda conoscenza dell’animo umano, riesce a risolvere casi legali e criminali, collaborando spesso con i Carabinieri del luogo. Nello specifico è grande amico del maresciallo Cecchini, mentre non sempre è benvoluto dai capitani  che si sono avvicendati nella caserma, che spesso interpretano la sua presenza come un’ ingerenza nelle indagini che svolgono. Nel cast dell’ undicesima stagione ci sono nuovi attori. Risalta, in particolare, il nuovo capitano della caserma dei Carabinieri di Spoleto, o, come dice il maresciallo Cecchini, “la capitana”, interpretato dall’attrice foggiana Maria Chiara Giannetta. Questa fiction è molto amata e seguita dai telespettatori, sia piccoli che adulti. Affascina l’ambientazione tutta italiana, che fa scoprire la bellezza di comuni del centro Italia come Gubbio, Spoleto e altri luoghi soprattutto umbri. Le storie sono coinvolgenti, e pur presentando situazioni criminose, come delitti, aggressioni, sequestri, la narrazione è condotta sempre con delicatezza. Inoltre, accanto a queste vicende “estreme”, la trama sviluppa delle situazioni di vita reale che possono diventare anche oggetto di riflessione per le famiglie telespettatrici: bullismo, divorzio, adozione, droga, problemi legati all’adolescenza, in generale relazioni  umane sia positive che negative. Non mancano, inoltre, situazioni di comicità, create soprattutto dal comportamento del maresciallo Cecchini, di animo buono come don Matteo, ma, a volte, bizzarro e pasticcione. La comicità nasce soprattutto da equivoci simpatici e divertenti, malintesi, sorprese e imprevisti. Infine, proprio perché don Matteo è un prete, nella sua lettura dei fatti e delle persone non fa mai mancare un riferimento evangelico.

Cecilia Corvino, Ylenia Russo, classe 1^ A

Scuola secondaria di primo grado  “ I.C. Parisi De Sanctis”

Annunci

IL TRENO VERDE DI LEGAMBIENTE ALLA STAZIONE DI FOGGIA: PRIMA TAPPA DI UNA “RIVOLUZIONE”

Il 27 e il 28 febbraio il Treno Verde di Legambiente si è fermato alla stazione di Foggia.

Tutti macacodekstopgli anni parte da Roma e fa tappa nelle stazioni italiane, da sud a nord per sensibilizzare i cittadini e soprattutto i ragazzi ad avere un atteggiamento di responsabilità verso l’ambiente. Nei vagoni ci sono dei percorsi che fanno capire come ridurre l’inquinamento: riciclo della carta, mezzi di trasporto elettrici, uso delle fonti rinnovabili. Da oggi al 2030 il passo è breve e l’Italia e l’Europa hanno, infatti, ancora molta strada da fare senza perdere altro tempo. Anche perché i cambiamenti climatici sono una grande emergenza e producono conseguenze sempre più devastanti in tutto il mondo. Gli attuali impegni di riduzione delle emissioni non bastano mentre il surriscaldamento climatico è destinato a salire pericolosamente.  Non a caso il Treno Verde si è fermato in Puglia: la Puglia si trova ai primi posti per l’uso delle fonti rinnovabili. La provincia di Foggia è al primo posto nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili soprattutto l’eolico. Continua a leggere

Il fenomeno delle baby mamme

In Italia, ultimamente le gravidanze in adolescenza sono cresciute del 60% e la maggior parte del fenomeno riguarda la fascia under 16. Le minorenni che rimangono incinta sono solo l’1%indexbaby mamme del totale delle donne che partoriscono (ma sarebbero circa il doppio se si considerassero le IVG). Pare che il fenomeno sia riconducibile a diversi fattori: all’alto tasso di divorzi, all’aumento di abusi e stupri di giovanissime, alla recente moda di considerare il bebè come uno status symbol.

Nell’ultimo anno, secondo i dati dell’organizzazione “Save the Children”, i numeri sono enormemente aumentati, con punte molto alte nell’Italia meridionale e nelle isole. I rapporti sessuali sono sempre più precoci nella società attuale (età media 15 anni), rispetto al passato ragazzi e ragazze raggiungono prima la maturità sessuale, poi quella psico-sociale ed emotiva, dunque ogni anno nel nostro paese oltre 10 mila adolescenti affrontano una gravidanza. Continua a leggere

COME VEDI LA TUA IMMAGINE ALLO SPECCHIO?

L’adolescenza è la fase dello sviluppo in cui la trasformazione del corpo è più rapida e ccopiaompleta: il passaggio dal corpo infantile a quello adolescenziale è generalmente repentino e drammatico. La mente degli adolescenti si ritrova ad abitare in un corpo che prende il sopravvento da tutti i punti di vista.

Lo specchio può essere fonte di piacere, se l’immagine che lo rimanda è soddisfacente; ciò consente al giovane di accettarsi e amarsi. Lo specchio può, però, essere anche fonte di delusione: il corpo non sempre corrisponde all’immagine ideale che ognuno coltiva segretamente. Molti ragazzi e molte ragazze affermano: “Mi vedo brutta/o e grassa/o.. guarda che fianchi.. che brufoli.. non parliamo del naso poi.. e le orecchie, più a sventola di così, sono ridicola/o!” Continua a leggere

IL MONDO DELLA DROGA E I RAGAZZI

L’adolescenza è uno dei periodi più complicati della vita, compresa tra l’infanzia e l’età adulta. E’ una fase di passaggio alquanto delicata, unica e affascinante e, nello stesso tempo, complicata e difficile. Penso che un ragazzo si avvicini alla droga per molteplici motivi: voglia di provare nuove emozioni, desiderio di non essere escluso da una compagnia, difficoltà ad affrontare la realtà… Secondo delle indagini, più della metà dei drogati ha problemi in famiglia: genitori  separati, violenti o senza amore per il proprio figlio. Possiamo quindi dedurre che la vita del drogato è stata piena di insicurezze e delusioni, così facendo le nasconde grazie alla droga. Al tossicodipendente manca qualcosa, manca una figura sulla quale possa contare, come la famiglia.drogas

VARI TIPI DI DROGA:

la cannabis, se assunta  in modo continuo e a quantità elevate,può causare una dipendenza psicologica e fisica. Su cento  persone, nove ne diventano dipendenti;

la cocaina è una droga che ha una funzione eccitante sul sistema nervoso centrale. Dopo averla assunta, ci si sente come “i padroni del mondo” e stanchezza, fame e sonno non vengono più percepiti;

L’ecstasy è la sostanza spesso usata dai ragazzi in discoteca. Essa ha effetti dannosi sul cervello tanto che, alla prima assunzione, il nostro organismo potrebbe decedere;

L’eroina è considerata una delle droghe più pericolose in commercio ed ha una grande capacità di creare dipendenza fisica e psichica. Continua a leggere

IMG_0275.jpg

I MIGRANTI SONO SEMPRE DI PIÙ: TROVIAMO UNA SOLUZIONE

Sono sempre di più i migranti che arrivano in Italia da molte coste dell’Africa, ma anche dai paesi dell’Europa dell’est. Ogni mattina vediamo molti ragazzi di colore che chiedono i soldi davanti al supermercato. Molti di loro cercano lavoro, e un supermercato dà i soldi a queste persone se per esempio aiutano a buttare i cartoni. Anch’io voglio aiutarli e domani metterò qualche spicciolo nel loro cappello andando a scuola. Con questo articolo voglio invogliare molti Paesi europei ad aprire le frontiere.

Rizzi Giovanni  2^C Secondaria di I grado