UMBERTO GIORDANO

Nell’ambito della rassegna  “Il Teatro ha classe” e in occasione del 150esimo anniversario della nascita di Umberto Giordano, i ragazzi delle classi terze si sono recati  presso il teatro “U. Giordano” il 23 marzo e il 4 maggio per assistere alla prove generali dell’opera “Andrea Chenier   e “Giove a Pompei”.

DIARIO POF AREA DELLA PROGETTUALITA' 2014 15Guarda il video di “U. Giordano” realizzato da Giorgia Leone – Classe 3^A

Annunci

“FOGGIA TRA STORIA E MOMORIA”

100 ANNI DOPO – LA GRANDE GUERRA RACCONTATA DAI NOSTRI ALUNNI

6. Progetto FOGGIA TRA STORIA E MEMORIA 29.05.2017 classi 3^A-3^C

Il progetto:  “Foggia tra storia e memoria”, organizzato dalla “Fondazione dei Monti Uniti” in collaborazione con le “Edizioni del Rosone”, nell’anno scolastico 2016/2017 si è concluso con la manifestazione del 27 maggio presso l’altro cinema Cicolella. Il progetto è nato nel 2010 ed è finalizzato alla ricerca, alla raccolta e socializzazione di ogni tipo di documentazione inerente grandi eventi storici che hanno segnato anche il nostro territorio. Dal 2014 il filo conduttore del progetto è il Centenario della I guerra mondiale e quest’anno le attività didattiche sono partite dalla lettura del testo “100 anni dopo – Versi e note raccontano la Grande Guerra” (ediz. Del rosone 2017). 

GUARDA IL VIDEO

Continua a leggere

L’ eTwinning comunicazione Europea dei Giovani

      L’ eTwinning  comunicazione Europea dei Giovani

Per noi è l’inizio di un’esperienza europea

Quest’anno la nostra professoressa  Antonella Quarato, di lingua inglese, ci ha fatto conoscere la piattaforma e Twinning .  L’  eTwinning è un progetto della Commissione europea, facente parte del Progetto Erasmus,   il cui obiettivo è incoraggiare le scuole europee a creare progetti collaborativi basati sull’impiego delle tecnologie, della comunicazione e  di una didattica comune. eTwinningLogoFlatDopo la registrazione del progetto, le due scuole fondatrici – a cui in seguito possono aggiungersene altre – utilizzano la piattaforma online per collaborare e condividere, utilizzando strumenti quali e-mail, videoconference, blog, wiki, chat.  L’area di lavoro è accessibile registrandosi dal portale europeo eTwinning, disponibile in venticinque lingue.  Lo scopo della piattaforma è quello di avere uno scambio culturale e arricchire le nostre informazioni.   Continua a leggere

La Radio, buona amica della musica

La Radio, buona amica della musica

7e2d05556e3e954856d7df4558400cf9La Radio è una buona amica della Musica perché, senza la distrazione delle  immagini, la fa arrivare più nitida nell’anima  di chi l’ascolta.  Sicuramente   noi adolescenti siamo  grandi amanti della radio ed anche degli ascoltatori accaniti.

Ognuno ha le sue emittenti preferite, per un motivo o per un altro, ed è deciso  a difenderle quasi si trattasse di una squadra di calcio. Così esistono “tifosi”  di una o dell’altra radio per  svariati  motivi che vanno dalla musica trasmessa, al conduttore radiofonico. Ma non è questa la cosa importante!  A chiunque ami ascoltare la radio è accaduto di arrabbiarsi  per una diversa  collocazione oraria del suo programma preferito, di rallegrarsi per  il  nuovo speaker, per la nascita di una nuova trasmissione. Ognuno di noi ha una sua “radio ideale” fatta dai suoi programmi e dai suoi speaker, sarà molto difficile,  che possa esistere la “radio perfetta” fatta su misura per ciascuno di noi.   Continua a leggere

 “ I FÒGLIJEAMMÌSC’CHE” …   Raccolte e mangaiate

1395241477836.jpg--Le antiche tradizioni culinarie foggiane vanno conservate con orgoglio, le ricette dei secoli più lontani sono la testimonianza della nostra cultura e raccontano la nostra storia. Sapori decisi, aromi vivi, racchiusi nella semplicità delle preparazioni, nella genuinità e nella povertà degli ingredienti. I nostri avi, i “terrazzani”, ricorrendo alla raccolta delle verdure spontanee lungo il ciglio delle strade di campagna, nei campi, nei boschi incolti, riuscivano a sfamarsi,nonostante la povertà, durante le carestie, le pestilenze, le guerre, le calamità naturali. Ricorrevano alle erbe selvatiche per  rendere il  poco cibo a disposizione più appetitoso. Questi vegetali sono tutt’ora presenti nelle campagne della Capitanata ed è possibile provare il loro “antico” sapore in alcune trattorie tradizionali foggiane. Le verdure migliorano l’alimentazione anche oggi e possono contrastare l’insorgenza delle cosiddette malattie del benessere, come l’obesità.  Le parti di una pianta utilizzate sono diverse: foglie, fusto, germogli, fiori, radici, tuberi, ma di ogni specie si mangiano solo alcune parti. Come non apprezzare l’insieme o una parte delle erbe che costituisce la cosiddetta “erba mista” o meglio ancora “I fòglijeammìsc’che”, cicorie, ortica, finocchietto,  bietola, rucola,  sprùcede,  tutte verdure che possono essere gli ingrdienti del “Pancotto” . Senza verdure il pane raffermo, olio, sale, aglio, foglia di alloro, formaggio grattugiato, semplice ed essenziale, diventano: “Panecotteasselute”. Nella tradizione culinaria foggiana si può gustare: un piatto  di pasta fatta in casa ed  i ‘marascjulë’, dal sapore amarognolo molto simile a quello delle cime di rape; il cardone, pianta  spinosa che, se raccolta quando  ancora giovane, ricorda il sapore del carciofo,  utilizzato in zuppe o mangiata cruda; o le orecchiette rucola e patate, condite con pomodoro fresco, ”a bandjr” cosiddetta per la presenza dei tre colori del nostro tricolore nel piatto pronto. Provare per credere!!!

Giorgia Leone

Classe 3^A

Scuola Secondaria di primo grado

I.C. “Parisi- De Sanctis”Foggia