L’ eTwinning comunicazione Europea dei Giovani

      L’ eTwinning  comunicazione Europea dei Giovani

Per noi è l’inizio di un’esperienza europea

Quest’anno la nostra professoressa  Antonella Quarato, di lingua inglese, ci ha fatto conoscere la piattaforma e Twinning .  L’  eTwinning è un progetto della Commissione europea, facente parte del Progetto Erasmus,   il cui obiettivo è incoraggiare le scuole europee a creare progetti collaborativi basati sull’impiego delle tecnologie, della comunicazione e  di una didattica comune. eTwinningLogoFlatDopo la registrazione del progetto, le due scuole fondatrici – a cui in seguito possono aggiungersene altre – utilizzano la piattaforma online per collaborare e condividere, utilizzando strumenti quali e-mail, videoconference, blog, wiki, chat.  L’area di lavoro è accessibile registrandosi dal portale europeo eTwinning, disponibile in venticinque lingue.  Lo scopo della piattaforma è quello di avere uno scambio culturale e arricchire le nostre informazioni.   Continua a leggere

La Radio, buona amica della musica

La Radio, buona amica della musica

7e2d05556e3e954856d7df4558400cf9La Radio è una buona amica della Musica perché, senza la distrazione delle  immagini, la fa arrivare più nitida nell’anima  di chi l’ascolta.  Sicuramente   noi adolescenti siamo  grandi amanti della radio ed anche degli ascoltatori accaniti.

Ognuno ha le sue emittenti preferite, per un motivo o per un altro, ed è deciso  a difenderle quasi si trattasse di una squadra di calcio. Così esistono “tifosi”  di una o dell’altra radio per  svariati  motivi che vanno dalla musica trasmessa, al conduttore radiofonico. Ma non è questa la cosa importante!  A chiunque ami ascoltare la radio è accaduto di arrabbiarsi  per una diversa  collocazione oraria del suo programma preferito, di rallegrarsi per  il  nuovo speaker, per la nascita di una nuova trasmissione. Ognuno di noi ha una sua “radio ideale” fatta dai suoi programmi e dai suoi speaker, sarà molto difficile,  che possa esistere la “radio perfetta” fatta su misura per ciascuno di noi.   Continua a leggere

 “ I FÒGLIJEAMMÌSC’CHE” …   Raccolte e mangaiate

1395241477836.jpg--Le antiche tradizioni culinarie foggiane vanno conservate con orgoglio, le ricette dei secoli più lontani sono la testimonianza della nostra cultura e raccontano la nostra storia. Sapori decisi, aromi vivi, racchiusi nella semplicità delle preparazioni, nella genuinità e nella povertà degli ingredienti. I nostri avi, i “terrazzani”, ricorrendo alla raccolta delle verdure spontanee lungo il ciglio delle strade di campagna, nei campi, nei boschi incolti, riuscivano a sfamarsi,nonostante la povertà, durante le carestie, le pestilenze, le guerre, le calamità naturali. Ricorrevano alle erbe selvatiche per  rendere il  poco cibo a disposizione più appetitoso. Questi vegetali sono tutt’ora presenti nelle campagne della Capitanata ed è possibile provare il loro “antico” sapore in alcune trattorie tradizionali foggiane. Le verdure migliorano l’alimentazione anche oggi e possono contrastare l’insorgenza delle cosiddette malattie del benessere, come l’obesità.  Le parti di una pianta utilizzate sono diverse: foglie, fusto, germogli, fiori, radici, tuberi, ma di ogni specie si mangiano solo alcune parti. Come non apprezzare l’insieme o una parte delle erbe che costituisce la cosiddetta “erba mista” o meglio ancora “I fòglijeammìsc’che”, cicorie, ortica, finocchietto,  bietola, rucola,  sprùcede,  tutte verdure che possono essere gli ingrdienti del “Pancotto” . Senza verdure il pane raffermo, olio, sale, aglio, foglia di alloro, formaggio grattugiato, semplice ed essenziale, diventano: “Panecotteasselute”. Nella tradizione culinaria foggiana si può gustare: un piatto  di pasta fatta in casa ed  i ‘marascjulë’, dal sapore amarognolo molto simile a quello delle cime di rape; il cardone, pianta  spinosa che, se raccolta quando  ancora giovane, ricorda il sapore del carciofo,  utilizzato in zuppe o mangiata cruda; o le orecchiette rucola e patate, condite con pomodoro fresco, ”a bandjr” cosiddetta per la presenza dei tre colori del nostro tricolore nel piatto pronto. Provare per credere!!!

Giorgia Leone

Classe 3^A

Scuola Secondaria di primo grado

I.C. “Parisi- De Sanctis”Foggia

LA DIETA MEDITERRANEA ALLUGA LA VITA

Foggia ha organizzato un meeting che  ha accresciuto  l’importanza dell’alimentazione mediterranea

In un periodo dove sono diffuse le diete vegetariane e vegane la dieta mediterranea riesce ad avere la meglio. Gli italiani rimangono il popolo più sano a livello mondiale. A sottolinearlo è il «Bloomberg Global Health Index», il rapporto redatto ogni anno prendendo in considerazione le condizioni degli abitanti di 163 Paesi. Il merito, secondo i ricercatori, è da ascrivere al rispetto di una dieta di tipo mediterraneo. dieta-mediterranea«Un vero toccasana», secondo Adam Drewnowski, direttore del centro studi sulla nutrizione e la salute pubblica dell’Università di Washington. Gli italiani consumano molti prodotti freschi: frutta, verdure, ortaggi e pesce. Perciò in Italia si vive a lungo e  meglio. In crisi sì, dunque,  ma  in salute. A  Foggia è  stato organizzato un  meeting che ha  promosso la dieta mediterranea. Lo stile di vita riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità , è stato al centro della convention con la partecipazione di esperti provenienti da  tutta Italia. Continua a leggere

TRIPLICATI IN UN ANNO I VEGANI

Cambiare dieta anche  a  costo di elevati sacrifici

La dieta vegana è un tipo di alimentazione vegetariana in cui è vietato mangiare alimenti di origine animale come carne e pesce, ma che vietamenu-vegan anche il consumo delle uova, del latte e dei latticini. Essere vegani non significa adottare un’alimentazione restrittiva e triste, perché ci sono regimi alimentari vegetariani molto più ristretti come: – crudisti, coloro che mangiano solo verdura cruda;  – granivori, coloro che mangiano solo cereali;  – fruttariani, coloro che mangiano cibo vegetale tranne tuberi e bulbi come carote, rape, cipolle, patate. L’alimentazione vegana sebbene vieti il latte di mucca, lo sostituisce con quello di soia o di riso o di mandorle o d’avena, utilizza molto riso, legumi, frutta e verdura.  Continua a leggere

Incontro con il Maestro Allevi

Il 21 febbraio 2017, al liceo classico “Vincenzo Lanza”, è stato organizzato un evento che ha visto come protagonista il Maestro Giovanni Allevi. Appena entrato, ha rotto il ghiaccio, suonando uno dei suoi brani e facendo percepire al pubblico in sala le emozioni che solo la musica sa trasmettere. Al momento delle domande, Allevi ha avuto un approccio positivo nei confronti di noi ragazzi che, con curiosità, abbiamo chiesto informazioni sulla sua vitGiovanniAllevi_01a. Ha dichiarato di essere un tipo molto ansioso e di aver avuto diverse delusioni in amore che gli hanno creato numerosi ostacoli, superati grazie alla musica, alla sua forza di volontà e al suo grande spirito. Come risposta a una delle varie domande poste dai ragazzi, ha sottolineato principalmente che, per ogni periodo della sua vita, si è ispirato a musicisti importanti come Strauss e Rachmaninov, dicendo, appunto, che si rispecchiava nelle loro composizioni. Continua a leggere

LA L.I.M. NELLE SCUOLE

Nelle classi di secondo grado dell’Istituto Comprensivo  Parisi-De Sanctis, sono presenti le lavagne interattive multimediali dette anche L.I.M.

La L.I.M. è uno strumento didattico che unisce la forza della visibilità con il digitale e la multimedialità.  La lavagna interattiva comprende una superficie touch screen ed è uno strumento tecnologico che,nelle scuole medie, permette di socializzare tramite la possibilità  di modificare testi ed immagini. Grazie ad essa le lezioni sono più semplici e comprensibili. Nella nostra classe, la 1^B, con l’aiuto della professoressa di italiano abbiamo creato una classe virtuale, il drop-box, nella quale carichiamo mappe concettuali, glossari e sintesi che permettono a tutti gli alunni di studiare, anche a chi è assente. Nel drop-box tutti gli alunni hanno una cartella personale dove salvano i propri lavori. In pratica la L.I.M. semplifica e rende più interessante e piacevole lo studio.

lim-a-scuolaCaracozzo Miriana e Giulia Cringoli

Classe 1^B

I.C. Parisi – De Sanctis